Make Safety
C.T.S.
comitato tecnico sicurezza
Protocolli
Istituzionali
sito a cura di Renzo Rivalta ingegnere RSPP - © Copyright 2012-2018 Make Safety - All rights reserved
logo CTS
Corsi CTS
Username
Password

menu di Cassazione Tematica

sito a cura di Renzo Rivalta

ingegnere RSPP


Il materiale é fornito a solo scopo didattico

Sentenze Cassazione sul Dirigente e sul Preposto

2014

Costr

  • Cass. pen. Sez. IV, Sent. n. 27615 del 25 giugno 2014
  • Anche se l'infortunato ha la qualifica di Preposto si verrebbe a porre a carico dello stesso una concorrente posizione di garanzia nei confronti degli altri lavoratori ad esso sottordinati, ma di certo non anche a sollevare il datore di lavoro dai propri obblighi



    2014

    Costr

  • Cass. pen. Sez. IV, Sent. n. 14787 del 31 marzo 2014
  • L'obbligo di apprestare nei cantieri di lavoro i prescritti mezzi protettivi, anche ai fini delle norme antinfortunistiche, incombe non solo sugli imprenditori, ma anche sui direttori di lavoro (nella specie, architetto avente la funzione di direttore dei lavori in un cantiere edile) - (Probabilmente si tratta del Direttore di Cantiere in quanto il Direttore dei Lavori non ha il potere di apprestare nel cantiere mezzi protettivi a meno di una azione di ingerenza. Invero il Direttore dei Lavori ha potere di interdire i lavori incaso riscontri pericoli per la salute dei lavoratori - Vedi Cass. 2125 del 21/05/2012 - n.d.r.)



    2012

    Costr

  • Cass. pen. Sez. IV, Sent. n. 21205 del 31 maggio 2012
  • Il caposquadra in qualità di preposto assume una posizione di garanzia



    2011

    Costr

  • Cass. pen. Sez. IV, Sent. n. 43628 del 24 novembre 2011
  • Il direttore tecnico di cantiere é inquadrabile nella figura dirigente e il capo cantiere in quella di preposto, figure con in capo obblighi ai sensi delle normative prevenzionali



    2010

    Costr

  • Cass. pen. Sez. IV, Sent. n. 38691 del 3 novembre 2010
  • Posizione di preminenza - i soggetti che assumono una posizione di preminenza sono tenuti a disporre ed esigere il rispetto delle misure di sicurezza indipendentemente dal fatto che vi siano altri soggetti con le medesime obbligazioni. Dello stesso tenore Cass. pen. Sez. IV, Sent. n. 35666 del 19 giugno 2007 e Cass. pen. Sez. IV, Sent. n. 3948 del 19 febbraio 1998



    2007

    Costr

  • Cass. pen. Sez. IV, Sent. n. 39606 del 26 ottobre 2007
  • Dirigenti e Preposti sono livelli di responsabilità intermedi fra il datore di lavoro ed i lavoratori



    2006

    Costr

  • Cass. pen. Sez IV, Sent n. 14192 del 21 aprile 2006
  • Il caposquadra va inquadrato nella figura del preposto perché rientra nei suoi compiti dirigere e sorvegliare il lavoro dei componenti la squadra - definizione del termine «sovraintendere», posizione di preminenza



    2006

    Costr

  • Cass. pen. Sez IV, Sent n. 11351 del 31 marzo 2006
  • Dirigenti e Preposti gravati di obblighi prevenzionali "jure proprio" (posti in capo direttamente dalla legge)



    2006

    Costr

  • Cass. pen. Sez. IV, Sent. n. 38428 del 22 novembre 2006
  • Principio di effettività - Datore di Lavoro di fatto - pur in assenza delle qualifiche di amministratore unico della ditta, veniva indicato dai testi quale soggetto che dava le direttive ai dipendenti e che di fatto si comportava quale effettivo titolare dell’azienda



    1997

    Costr

  • Cass. pen. Sez. IV, Sent. n. 8195 del 5 settembre 1997
  • Principio dell’effettività - l'individuazione delle figure con obblighi prevenzionali va fatta con riferimento alle mansioni disimpegnate in concreto



    1992

    Costr

  • Cass. pen. Sez. IV, Sent. n. 1345 del 1 luglio 1992
  • I dirigenti tecnici o amministrativi, institori, gerenti, capi ufficio, capi reparto che partecipano solo eccezionalmente al lavoro normale, ossia coloro che sono preposti alla direzione tecnico-amministrativa dell’azienda o di un reparto di essa con la diretta responsabilità dell’andamento dei servizi, sono destinatari delle norme di prevenzione, nell’ambito delle proprie attribuzioni e competenze



    1989

    Costr

  • Cass. pen. Sez. IV, Sent. n. 6025 del 6 febbraio 1989
  • Principio dell’effettività - l'individuazione dei soggetti destinatari della relativa normativa deve essere operata sulla base dell’effettività (Terranova)